L’officina verde

TANTI MODI PER UTILIZZARE LA CALENDULA

La Calendula (Calendula officinalis) ha foglie tenere e fiori arancio o gialli che nella forma assomigliano a piccole margherite. Nell’orto fiorisce dalla primavera fino all’autunno con fioriture ripetute.

Quando i fiori della Calendula vanno a seme formano un frutto curioso che è un achenio ricurvo contenente semi dalla forma ad uncino, belli da osservare con i bambini.

E’ una pianta edule. cioè adatta ad essere mangiata: le foglie si consumano crude, aggiunte fresche alle insalate, mentre i fiori si possono consumare sia crudi che cotti.

La pianta ha proprietà curative e con i suoi fiori si preparano tinture, infusi, pomate cicatrizzanti e balsami per le labbra.

Se si raccolgono ora i fiori tagliandoli poco sotto il capolino e si fanno seccare rivolti verso l’alto, si potranno utilizzare in pot pourri o in composizioni floreali da mettere in casa per l’inverno.

Con i fiori freschi invece si può preparare un aceto.

Si prende una bottiglia trasparente e la si riempie di aceto. Si inseriscono poi i fiori freschi, appena raccolti. Si tappa e si conserva per l’inverno.

I fiori rimarranno a lungo bellissimi dentro l’aceto!

Ecco un’idea per preparare già da ora, insieme ai bambini, dei piccoli regali per le festività, magari aggiungendo anche qualche piccolo rametto di rosmarino o di timo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.