Post2PDF Stampa articolo Email This Post

ALTRI CONSIGLI PER LA SEMINA DEI POMODORI

17 febbraio 2009

Si stanno avvicinando i giorni giusti per la semina dei pomodori e desidero rinnovare i consigli per ottenere piante sane e vigorose.


La semina va eseguita preferibilmente in contenitori alveolari, mettendo un seme per ogni alveolo.
Una volta effettuata la semina, occorre tenere i contenitori ad una temperatura di circa 25°C.
Per praticità vi consiglio di metterli, ad esempio, sopra ad un davanzale, in un posto caldo, vicino ad un termosifone.
Tenete i semi in questa posizione fino a che le piantine non spuntano.
In questo modo la germinazione è rapida (da 6 ad 8 giorni) e le piantine crescono vigorose e sane. (Ricordatevi che se i contenitori vengono messi in posti con una temperatura inferiore, c’è la possibilità che le piantine crescano più stentate e in tempi molto più lunghi…).
Quando le piantine sono spuntate, spostate i contenitori in un luogo luminoso, ma ad una temperatura leggermente inferiore (andrebbe bene una temperatura di circa 18°C).
Lasciateli così fino a che sono pronti per essere trapiantati nei vasi. 
Vi consiglio di fare il trapianto e la messa a dimora sempre in un giorno di frutta e in luna crescente
I giorni giusti per queste attività cercherò di comunicarveli più avanti.
(Il calendario che consulto è “Il calendario delle Semine di Maria Thun”).

Avrei piacere di sapere come sono cresciute le vostre piante di pomodoro e, in particolare, se  sono piaciuti i pomodori ottenuti dai semi di pomodori gialli della “linea “Golden Gazzi”.

Suzanne Arregger

s.arregger@virgilio.it

[Indietro]