- Ortidipace - http://www.ortidipace.org -

POMODORO: CONSERVARE I SEMI

Istruzioni per conservare i semi di pomodoro linea GOLDEN GAZZI

La gelatina intorno ai semi di pomodoro contiene un inibitore della germinazione. In natura, i semi cadono per terra e questa gelatina viene fermentata dai funghi e batteri nella terra durante l’inverno, ed il seme è pronto per germinare in primavera.

Per avere una buona germinazione noi dobbiamo far fermentare i semi per togliere questa gelatina prima di seccare i semi. La fermentazione, inoltre, elimina molte delle malattie del pomodoro trasmesse attraverso i semi. Con questo metodo, che ho imparato dal libro “Seed to Seed” (vedi in fondo), ho quasi sempre avuto una germinazione del 95 – 100%.

Questo è come farlo

  1. Scegliere dei pomodori sani e maturi da piante sane.
  2. Preparare una vaschetta in plastica per ogni tipo di pomodoro ed etichettarlo con un’etichetta autoadesiva con il nome del pomodoro e la data.
  3. Tagliare di traverso il pomodoro scelto e, o schiacciare fuori la polpa con i semi nella vaschetta o, con un cucchiaino estrarre i semi con un po’ di polpa e liquido. In questo caso il pomodoro può essere mangiato crudo o usato per fare una salsa (vedi sotto). 
  4. Mescolare la polpa con un cucchiaino 2 volte al giorno (facendo attenzione che i semi di una vaschetta non passino in un’altra). Dopo 2-3 giorni (dipende dalla temperatura dell’ambiente) una cappa di muffa si forma sulla superficie con, purtroppo, un forte odore di stalla! A questo punto si devono pulire i semi (altrimenti  cominciano a germinare).
  5. Passare tutto in un settaccio fino e schiacciare con un cucchiaio sotto un getto d’acqua non troppo forte per eliminare il più possibile la polpa ammuffita.
  6. Versare quello che rimane nel settaccio in una brocca di ca. ½ litro, riempirlo d’acqua e mescolare bene. Lasciare riposare un poco finché i semi rimangono sul fondo e con cautela decantare il liquido contenente la polpa ammuffita in un’altro contenitore per poi buttarlo via. Ripetere questa operazione alcune volte fino che rimangono solo i semi puliti in fondo.
  7. Versare di nuovo l’acqua pulita ed i semi nel setaccio. Tamponare sotto il setaccio con della carta assorbente per togliere un po’ d’acqua e rimettere i semi umidi nel contenitore pulito, spargendoli in modo che si asciughino presto.
  8. Lasciare asciugare bene per alcuni giorni (non al sole) e poi conservarli in una bustina piccola di carta con l’etichetta originale. Possono essere conservati per 4 -10 anni.

(Tradotto dal libro “Seed to Seed” by Suzanne Ashworth, USA Seed Savers Exchange, Iowa, 1991

Provate a fare questa salsa molto buona

I pomodori della linea Golden Gazzi  contengono il gene ep (easy peel = facile da spellare). Sbucciare i pomodori già tagliati a metà. Tagliare a pezzetti e versare in una pentola antiaderente senza l’aggiunta di niente. Cuocere a fuoco medio-basso finché la polpa è della consistenza desiderata.  Assaggiate quanto è dolce questa polpa! E non contiene l’acido del pomodoro rosso che fa male a molti. Si può usare come condimento cosi, senza l’aggiunta di sale, o si può aggiungere olio d’oliva crudo e altri odori a piaceri.

I pomodori gialli cotti cosi hanno sia il profumo che il sapore di mele cotte! Probabilmente è per questo che i primi pomodori arrivati in Italia dal Messico nel 500 si chiamavano pomi d’oro.
 

Suzanne Arreger (ci tengo molto a sapere come crescono le piante, e se i pomodori piaccino. Vanno bene anche i giudizi negativi. Inviare il tutto al mio indirizzo:  s.arregger@alice.it [1]  [2])

Tradotto dal libroby Suzanne Ashworth, USA Seed Savers Exchange, Iowa, 1991

[3]