Post2PDF Stampa articolo Email This Post

‘I.C.S. Giotto-Cipolla di Palermo

28 Giugno 2013

Salve
sono l’insegnante Gisella Sanfilippo dell’I.C.S. Giotto-Cipolla di Palermo, durante quest’anno scolastico con i miei alunni della scuola primaria Borsellino Classe 3^ E, grazie ad un progetto comunale curato dal settore dei Servizi Educativi, abbiamo realizzato un orto a scuola.
L’esperienza, tra mille difficoltà è stata molto interessante, siamo riusciti a realizzare l’orto partendo dal semino con la costruzione di semenzai fatti dai bambini con i rotoli  della carta igienica o con i contenitori delle uova, potendo così osservare la crescita  delle piantine. I bambini riuscivano così a distinguere le piantine osservando le foglioline. Era uno spettacolo vedere la loro meraviglia nel vedere i piccoli germogli crescere, la premura nel curare l’orto. Ogni attività rappresentava una nuova esperienza, fatta di tentativi ed errori dai quali si apprendevano cose sempre nuove.
Insegno da tanti anni, ma nessuna attività laboratoriale è riuscita ad entusiasmare i bambini e a farli sentire partecipi e attori di ciò che stavamo facendo.
Per poter portare avanti l’orto è stato necessario coinvolgere i genitori che con grande entusiasmo hanno dato grande valore alla nostra attività, uno di essi per proteggere le nostre piantine, che crescevano nel cortile interno della scuola, ha realizzato una bellissima recinzione con  un piccolo  cancelletto per entrare dentro l’orto, ci ha anche messo nelle condizioni di portare l’acqua con un tubo avvolto in un rullo. Anche la custode della nostra scuola si è offerta di annaffiare l’orto durante i giorni di vacanza o nelle ore meno calde della giornata. Un grandissimo aiuto lo abbiamo ricevuto anche dagli insegnanti dell’Istituto Tecnico per l’agricoltura E. Majorana,  che hanno accompagnato i loro alunni nella nostra scuola creando una rete di collaborazione in cui alunni più grandi e competenti aiutavano i nostri piccoli consigliando, spiegando come ottimizzare il lavoro.
La rete di relazioni che si è venuta a creare all’interno della scuola ha messo in evidenza che è solo nella scuola del fare che ci si sente appartenenti e ci permette di amare ciò che facciamo.
L’11 giugno abbiamo realizzato, come conclusione del lavoro svolto,” La festa dell’orto”. Tutte le mamme sono state coinvolte nella preparazione di pietanze con i prodotti dell’orto, hanno accettato con entusiasmo l’invito attivandosi non solo nella ricerca di pietanze tipiche tradizionali , ma anche di pietanze nuove e appetitose per i bambini . Ad esempio  una mamma  ha preparato la marmellata di zucchina lunga, un’altra ha preparato una torta con la menta e il cioccolato, un’altra ha preparato dei piatti artistici : con carote ravanelli ed altri ortaggi ha realizzato paesaggi con le palme, coccinelle sui fiori, insomma si sono divertite a dar sfogo alla loro fantasia.
La festa è stata un successone, il dirigente dell’ufficio scolastico provinciale dott. Rosario Leone ha inaugurato il nostro orto ed alla fine della manifestazione ha consegnato un attestato di merito ad ogni bambino. Erano presenti anche alcuni dirigenti dell’azienda foreste, con la speranza che diano una maggiore attenzione a queste iniziative che, qui al sud sono delle realtà isolate e a volte poco apprezzate.
Mi sono divertita molto in questo progetto insieme ai miei alunni ed è stato molto soddisfacente vedere in loro cambiamenti non solo negli apprendimenti ma anche nelle relazioni sociali e nel manifestare un maggiore rispetto nei confronti della natura e dell’ambiente.
Del resto è questa la vera finalità della scuola!!!!!!!!
Scusate se sono stata molto prolissa , ma volevo trasmettere quanta passione è stata messa nella realizzazione dell’orto per questo mi piacerebbe far parte della vostra rete di orti didattici.
Grazie per la vostra attenzione
Cordialità
Gisella Sanfilippo

[Indietro]