Post2PDF Stampa articolo Email This Post

IL CAFFE’ DI ANTERIVO

12 agosto 2015

Volete assaggiare un caffè prodotto in Alto Adige fatto con i Lupini? Allora dovete

passare da Anterivo, un paese in provincia di Bolzano, poco lontano dal confine con il

Trentino e con la Valle di Fiemme. Anterivo, infatti, si affaccia in alto, proprio sopra al

paese di Cavalese, quasi a dominare la valle.

Qui parlano tedesco, ma se si parla il dialetto trentino ci si capisce abbastanza bene,

perché gli scambi con la valle sottostante sono sempre stati frequenti.

Ma veniamo al caffè. Non si tratta del tradizionale caffè cui siamo abituati, ma di un

caffè fatto con le fave di Lupino ed ha una storia antica.

Infatti gli abitanti di Anterivo si ricordavano di questo caffè, coltivato qui e poi

tostato, da cui si ricavava una bevanda dal sapore caratteristico, ma fino a pochi anni

fa la memoria era l’unica cosa che rimaneva. Le sementi sembravano irrimediabilmente

perse.

Per fortuna non era proprio così. In valle c’era ancora qualche contadina che si

ostinava a coltivarlo nell’orto e, per fortuna, di anno in anno aveva tenuto le sementi.

Così un gruppo molto piccolo di coltivatori, con i pochi semi ritrovati, ha voluto

riprendere la coltivazione di questo Lupino e produrre di nuovo il caffè. Per ora la

produzione è davvero piccola, ma in futuro si spera di poterla ampliare.

Il Lupino di Anterivo (Lupinus pilosus) si semina a primavera e poi si raccoglie a fine

estate, quando i semi sono maturi e le fave all’interno dei baccelli ben secche.

La raccolta avviene a mano e dopo un periodo di asciugatura i lupini vengono dapprima

tostati e poi macinati per dare la polvere di caffè.

Durante l’estate i pochi campi in fiore sono uno spettacolo di rara bellezza.

Per informazioni:

http://www.gemeinde.altrei.bz.it/system/web/zusatzseite.aspx?menuonr=219763272

&detailonr=219798498&sprache=3

Nadia Nicoletti

[Indietro]