Post2PDF Stampa articolo Email This Post

LE AQUILEGIE

26 Luglio 2014

Qui, nel mio orto, le Aquilegie ci sono da sempre e hanno colori bellissimi che vanno dal rosa pallido appena accennato, al rosa più marcato, per poi passare al viola di varie tonalità e infine al bianco.

Sono sempre cresciute tutte insieme qui nell’orto, in un miscuglio allegro di colori. Si disseminano ogni anno con grande facilità, fanno tutto da sole aiutate solo dal vento. E così ricrescono anno dopo anno, in modo non sempre ordinato, magari in posti un po’ diversi dall’anno precedente, cogliendoci di sorpresa con le loro fioriture primaverili che continuano poi fino all’inizio dell’estate. Hanno foglie con tre lobi più o meno incisi e fiori talvolta dotati del classico “sperone”, che altro non è che una piccola prolunga posteriore, molto particolare. Sono fiori che si ibridano facilmente in modo spontaneo e quindi ci possono regalare anche varietà del tutto nuove, sta a noi saperle vedere e valorizzare.

In questo periodo i fiori, ormai secchi sulle piante, sono pieni di semi. Ieri, approfittando di una giornata di sole ho raccolto i fiori e li ho scrollati bene su un canovaccio per raccogliere i semi.

La semina di questi fiori può essere fatta ad agosto, avendo cura di ripicchettare le piantine a settembre, quando sono abbastanza grandi. Oppure può essere fatta a marzo e anche in questo caso le piantine andranno trapiantate all’aperto dopo circa un mese.

Buona Estate!

Nadia Nicoletti

Tags:

[Indietro]