Post2PDF Stampa articolo Email This Post

LA PERGOLA SBIECA

8 maggio 2014

LA PERGOLA SBIECA

di Ezio Menzione   

Le basse case del nord dell’Uzbekistan possono avere di fronte un giardinetto più o meno grande. Ma anche se sono separate dalla strada solo pochi centimetri oltre il marciapiede, in quei centimetri si pianta la vite e la si fa arrampicare su dei supporti di legno messi a mezzo arco per appoggiarsi alla casa. Li si piazza sul lato sud o ovest dell’abitazione, dove non solo possono prendere più sole, ma soprattutto il sole lo schermano e formano una camera di rinfrescamento per le stanze di casa.

Nelle sere d’estate sotto questa pergola le donne possono stare “a seggiola” al fresco, mentre gli uomini fumano e giocano a scacchi. Il vino no, il vino di queste zone è torbo e troppo dolce e quasi liquoroso per via del terreno: l’acqua è poca e la terra è salata, il sale affiora addirittura lasciando una specie di crosta o polvere bianca.

Ma l’idillio estivo sotto la pergola resta: un Omar Khayam rustico, di campagna.

[Indietro]