Post2PDF Stampa articolo Email This Post

IL BUCANEVE

16 Febbraio 2013

In questi giorni in giardino sono fioriti i bucaneve (Galanthus nivalis).

La fioritura si era annunciata già qualche tempo fa.

Delle vere e proprie “punte” verdi sbucavano, facendosi strada tra uno strato di foglie secche, in una zona appartata del giardino.

Sapevo che di lì a poco, loro, i bucaneve, sarebbero sbocciati e ogni giorno andavo a controllare se l’annuale “miracolo” aveva avuto luogo.

Così è stato.

Oggi i loro fiorellini allegri si vedono molto bene in mezzo alle foglie secche della pacciamatura!

Il bucaneve rappresenta una delle fioriture più precoci del giardino, insieme agli ellebori e ai campanellini (Leochonium vernum).

Il nome Galanthus deriva dal greco “gala” (latte) e “anthos” (fiore), fiori color del latte.

Il nome bucaneve invece è il suo nome volgare che però rende benissimo l’idea delle condizioni in cui fiorisce: bucando, appunto, la neve.

Questa pianta raggiunge un’altezza di 10-20 cm e cresce preferibilmente in luoghi umidi e ombreggiati, ma ben drenati.

I fiori sbocciano già a gennaio-febbraio.

Il fiore è bianco con tre petali esterni e tre petali interni. I tre petali interni hanno dei puntini verdi.

I bucaneve si possono moltiplicare dividendo i bulbi durante l’estate, quando sono in riposo vegetativo e interrandoli solo pochi centimetri.

Si possono anche moltiplicare attraverso il seme, ma in questo caso fioriranno solamente dopo tre anni.

Sono piante che danno molta gioia e che portano al giardino un primo, precocissimo annuncio della bella stagione che verrà.

Forse è proprio per questo che in giardino vorrei avere tanti bucaneve!

Nadia Nicoletti

Tags:

[Indietro]